l’arcobaleno: una storia di luce.

arcobaleno-2 DIM.C’ era una volta un paese dove non splendeva mai il sole , la gente era sempre triste ed arrabbiata.

Un giorno in quel paese arrivò un uomo di  animo  e di carattere gentile e cordiale; camminando per le vie di quel paese l’ uomo rimase deluso, vedendo la gente chiusa in se stessa, silenziosa e scura in volto.

Allora decise di salutare tutta la gente che incontrava, ma nessuno rispose al suo saluto, ognuno continuava ad andare per la propria strada immersa nei propi pensieri.

A quel punto il viandante capì che quel paese era povero di allegria, di luce, di gentilezza,…

Decise allora di andare dal sindaco per parlargli e chiedere di fare qualcosa per mettere fine alla tristezza dei suoi cittadini.

Appena arrivato alla casa del sindaco suonò il campanello; venne ad aprirgli un maggiordomo  alto, magro,  e con una strana bombetta sulla testa.Lo strano personaggio accompagnò il viandante  nella stanza del sindaco, e vi rimase a lungo; ma alla fine,  dopo aver discusso tanto,  il sindaco lo mandò via senza nessuna soluzione. Appena uscito dalla casa l’ uomo si rivolse  a Dio pregando:

-Oh, Dio fai risplendere la luce su questo paese!

Dio esaudì il desiderio dello strano viandante e  dopo qualche minuto uscì uno splendido arcobaleno.

La gente vendendo l’arcobaleno diventò felice e allegra per sempre.

Giorgia Barbazza

Precedente autoritratto: Irene Successivo centro storico di torino